Dovrebbe cambiare il sistema della regolamentazione delle sostanze chimiche. Quando l’industria vuole brevettare un composto, deve fare una serie di test sulla base delle caratteristiche del composto. Quei test vengono messi in un bando, no? Il bando lo dovrebbe fare l’Unione Europea e dovrebbero partecipare diversi laboratori, non quelli dell’industria, ma laboratori indipendenti, università, Istituti nazionali di ricerca, come il Ramazzini, se può. E i soldi dovrebbe metterli l’industria, non i cittadini”.

leggi fonte

Fiorella Belpoggi, Istituto Ramazzini di Bologna